1 Comment

  1. Tania Croce
    Aprile 20, 2019 @ 4:51 pm

    Parigi per me è stata una seconda casa, quella in cui ho fatto numerosi interventi di microchirurgia a seguito di un gravissimo incidente. In quei lunghi anni in terra francese, ho respirato gli umori e la bellezza di questo popolo, amandone la filosofia, il patriottismo, la cucina e quel senso estetico insito in me.
    Ho sentito le fiamme ardere nel mio cuore addolorato per tale incendio.
    La ville lumière sarà forte e unita anche questa volta per ricostruire uno dei suoi simboli.
    W la France!

    Reply

Rispondi a Tania Croce Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *